Just another brick in the wall

Coliandro – Bestiale!


ahahahah eccomi qua, dopo un tour de force dedicato a “l’ispettore Coliandro”, rigorosamente in notturna (essendo un noir!) e dopo averci riflettuto un attimo ecco qui qualche idea in proposito.

Intanto Bologna(!) che dire; una città che per anni, grazie e con la mia Dolcina ho potuto vivere intensamente. Bologna è davvero un po’ magica, non sono l’unico a pensarlo: è un luogo dell’anima, non soltanto una città fisica, con strade, palazzi e portici ma una location perfetta per emozioni ed avventure.

La serie televisiva, che ho visto in 4 notti filate lisce come l’olio, è tratta dalle opere di Lucarelli che si prefissavano di trattare il tema del giallo in maniera differente, innovarlo e cambiargli prospettiva…. ora, io di gialli un po’ me ne intendo e sinceramente l’idea del poliziotto “coglione” non mi sconvolge più di tanto ma Coliandro funziona lo stesso!

La serie inizia con ottime trame ma alcuni attori di contorno nelle prime puntate recitano talmente male da avvicinarsi pericolosamente agli attori degli z-movie che recensiva Yotobi! (bonanima…). Persino la regia a volte e traballante e instabile, pur non essendo un teorico di cinema, lo si capisce facilemente alla prima occhiata (salvo non sia stato fatto “apposta” per ricreare gli ambienti underground di un progetto a basso costo…)

Andando avanti con le puntate (e con gli anni) la regia migliora notevolmente (causa budget?) e gli attori/cani spariscono quasi del tutto… ma le trame s’ammosciano notevolmente. Per esempio: la 5 puntata della 5 stagione “Tassisita notturno” che ben mi aveva fatto sperare nella prima mezz’ora (sfiorando anche la trama della prima puntata di Sherlock BBC, che adoro) si trascina con ritmo irreale per 180 km (del taxi)… non è possibile! Non è possibile che tre sicari dei casalesi, tra i più feroci criminali della Terra, aspettino inermi che un tassista accompagni a casa la loro vittima senza far niente… certa gente, quelli veri, sono quelli che nonostante le telecamere, nonostante la gente intorno, ammazzano un tipo in un bar in piena mattinata, sotto gli occhi di tutti…. altro che giretto in taxi! Anche la sesta ed ultima puntata della stagione è abbastanza surreale (tra l’altro è proprio l’episodio che guardai per caso in tv una sera…)

Ottima serie, ottimi attori primari e belle trame il più delle volte, per un prodotto per varie ragioni atipico ma estremamente piacevole!

Coliandro in not dead!

Vostro, Alby

Advertisements

Una Risposta

  1. Ada

    Recensione molto piacevole da leggere!
    Il tuo pathos è travolgente tanto da far rivivere le stesse puntate di Coliandro!

    P.s. questa serie è un’occasione stupenda per rivivere una Bologna magnifica!

    28 dicembre 2016 alle 11:49

Lascia un commento, grazie ^^

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...